Lago di Bolsena, cosa vedere e visitare in tre giorni

Lago di Bolsena, cosa vedere e visitare in tre giorni

Il lago di Bolsena è il quinto più grande d’Italia e si trova nell’alto Lazio al confine tra Umbria e Toscana. E’ il più grande lago di origine vulcanica d’Europa ed una delle particolarità che lo distingue dagli altri è l’onda anomala, ovvero un’onda a lago calmo che diventa sempre più forte man mano che avanza fino ad infrangersi sulle coste. Il lago presenta tantissimi e meravigliosi punti di vista e soprattutto molti centri abitati ricchi di storia e dove si può mangiare davvero bene.
 
Questo itinerario è strutturato in tre giorni e ti darà modo di visitare al meglio possibile tutta la zona e goderti questo meraviglioso lago. Consiglio vivamente di prenotare il vostro alloggio a Bolsena perché oltre ad essere una città molto viva con tanti pub, ristoranti e attività che si possono fare, ha anche molte strutture ricettive.

Quali borghi visitare al Lago di Bolsena, itinerario completo

1° Giorno:

1)   Bolsena

2)    Marta

3)  Capodimonte

2° Giorno:

1)   Lago di Bolsena

2)  Montefiascone

3)    Grotte di Castro

3° Giorno:

1)    Civita di Bagnoregio

1°GIORNO

Bolsena

Il primo borgo da visitare dei tuoi tre giorni al lago è Bolsena, la città che ha imposto il nome al lago. Si trova adagiata sulle pendici dei Monti Volsini ed offre il caratteristico aspetto di un piccolo borgo medievale con i tanti edifici costruiti con il peperino e l’imponente rocca. Camminare per i vari vicoli del centro storico ti riporterà letteralmente indietro nel tempo e ti farà notare la differenza tra questa parte della città e quella bassa più moderna. In ogni strada del centro storico di Bolsena troverai graziosi ristoranti, botteghe legate all’artigianato locale e soprattutto casette ornamentate da drappi, piante e fiori. Bellissima inoltre la zona intorno alla Rocca Monaldeschi, che tramite la sua terrazza ti darà una meravigliosa vista sul lago. All’interno della rocca oggi viene ospitato il museo territoriale del lago.

Altri monumenti di interesse da visitare sono: la Collegiata di Santa Cristina, la Chiesa di San Francesco, il Palazzo del Drago e il Palazzo Cozza Caposavi.

Marta

Da Bolsena percorri tutta la sponda del lago con la tua auto o mezzo di trasporto locale per arrivare a Marta. Questo è un borgo caratteristico di pescatori che offre bellissimi vicoli e piazzette medievali ed una meravigliosa passeggiata lungolago che porta fino al porticciolo, dove potrai vedere le caratteristiche barche dei pescatori. A mio avviso Marta è il paese più bello di tutta la zona e credimi sono rimasto meravigliato per quanto sia calmo e per quanto ci si possa rilassare nel borgo. Se vuoi saperne di più ti invito a leggere l’articolo che troverai cliccando qui.

Monumenti storici da visitare sono il Palazzo rinascimentale, il Santuario della Madonna del Monte e la Torre dell’orologio.

Capodimonte

Una volta visitata Marta muoviti verso il successivo borgo ovvero Capodimonte. Sicuramente tra i tanti paesi sul Lago di Bolsena Capodimonte è quello più caratteristico per la sua posizione che va dall’alto verso il basso sul Lago di Bolsena. Capodimonte è un paese molto molto piccolo e il suo monumento più importante è la cinquecentesca Rocca Farnese. Costruita sulla sommità del colle, la rocca era prima una prigione per poi diventare una dimora privata. Fa parte del borgo anche la stupenda Isola Bisentina dove potrai arrivarci con un motoscafo insieme ad una guida turistica (esperienza che ti consiglio di fare). La passeggiata presente in questo piccolo borgo è davvero caratteristica perché dall’alto promontorio ti fa scendere sul lungolago e percorrere tutta la zona costiera.

A Capodimonte oltre alla Rocca potrai vedere anche: la Collegiata di Santa Maria Assunta, il Museo della Navigazione nelle Acque Interne, il Palazzo Poniatowski e il Palazzo Borghese. Se sei un amante dell’archeologia non puoi mancare la visita al vicino Parco archeologico di Monte Bisenzio.

2°GIORNO

Lago di Bolsena

La seconda giornata non può altro che cominciare che con un bel giro in traghetto sul lago, partendo da Bolsena. Credo sia un’esperienza indimenticabile e immancabile, che ti permetterà di conoscere e vedere ogni singolo angolo del lago e ti farà innamorare ancor di più di questo meraviglioso posto. E poi è sempre molto “figo” e romantico prendere un bel traghetto, soprattutto se è una giornata soleggiata.

Montefiascone

Una volta terminato il giro in battello incamminati verso Montefiascone. Da questo borgo si può avere il panorama complessivo più bello del lago in quanto si trova in cima al colle più alto dei Monti Volsini. La città è una meta gastronomica molto apprezzata in quanto qui si produce e si mette sul commercio l’ottimo e famoso vino “Est!Est!Est!” e un buonissimo olio extravergine d’oliva. Per questo motivo ti consiglio di soffermarti qui a pranzo e mangiare in uno dei tanti locali del paese.

Numerosi sono i monumenti da visitare: il Duomo (la cui cupola è la seconda più grande d’Italia), la Rocca dei Papi, la Chiesa di San Flaviano, la Chiesa di Sant’Andrea e il Palazzo comunale.

Grotte di Castro

Dopo aver visitato Montefiascone dovrai allontanarti dal lago ed andare verso Grotte di Castro. Il nome Grotte di Castro deriva dalla presenza di caverne poste sotto la rupe dove ora sorge il centro storico. Il borgo ha origini etrusche ed era identificato col nome di Tiro. Venne conquistato dai romani e successivamente i longobardi distrussero completamente l’abitato. I superstiti si rifugiarono nei dintorni e rifondarono il borgo nell’Alto Medioevo. Nel suo territorio sono presenti numerosi necropoli etrusche con una moltitudine di reperti (molti di più di quelli che avete visto nel Parco archeologico di Monte Bisenzio a Capodimonte!). Grotte di Castro è molto caratteristico per la sua posizione, infatti si trova adagiato sopra un colle a circa 467 s.l.m. A primo impatto da lontano noterai come il borgo rievoca il suo passato tramite le costruzioni del tessuto urbano. Passeggiare nelle sue stradine medievali ti piacerà tantissimo!

Anche a Grotte di Castro ci sono numerosi monumenti da visitare: la Basilica di Santa Maria del Suffragio, la Chiesa di San Pietro Apostolo, il Museo archeologico, la Necropoli delle Pianezze e la Necropoli delle “Cento Camere”.

3°GIORNO

Civita di Bagnoregio

Ultima meta della mini vacanza al Lago di Bolsena è Civita di Bagnoregio, la città che muore. L’antico borgo sorge tra Orvieto e Bolsena ai confini della Regione Lazio. Essendo posta su un colle di interessanti dimensioni, offre di sé un aspetto incomparabile, levando il fiato a tutti i visitatori che dalla strada cominciano a scorgere la sua maestosità. Per arrivarci dovrai lasciare l’ auto a Bagnoregio negli appositi parcheggi e poi prendere o un piccolo bus oppure fare una camminata di circa 20 minuti. Il bus non ti lascerà a Civita ma almeno ti ridurrà un poco il cammino. La camminata in ogni caso non è semplice ma ti posso garantire che una volta entrato nel borgo non vorrai più andartene. Scorci meravigliosi sulla valle circostante e vicoli costituiti da casette in pietra rendono questo uno dei borghi più belli che ho visitato. Ti consiglio inoltre di soffermarti qui a pranzo in uno dei vari locali all’interno di Civita di Bagnoregio e di mangiare con una bellissima vista prima di rientrare a casa.

Gabriele Orbetti
italiaignota@gmail.com
No Comments

Post A Comment