Itinerario dei borghi medievali della provincia di Pistoia

Una vista stupenda dall'alto su tutta la Valdinievole con i suoi tanti borghi medievali della provincia di Pistoia. Sullo sfondo si vedono grandi montagne che si ergono verso il cielo.

Itinerario dei borghi medievali della provincia di Pistoia

Se c’è una zona ignota della Toscana che ha da raccontare tanta storia questa è la provincia di Pistoria. I piccoli borghi medievali appartenenti a quest’area sono strettamente legati alle tante battaglie combattute da Pistoia con Pisa, Lucca e Firenze. In epoca medievale infatti gli insediamenti in Val di Nievole assunsero una grande importanta strategica per la loro posizione. In questo contesto furono determinanti alcune nobili famiglie feudali che fecero costruire e sviluppare castelli e borghi fortificati. Esempi sono Serravalle Pistoiese, Buggiano e Uzzano. Insomma il territorio della provincia di Pistoia è tutto da scoprire e ti farà entrare in pieno nel Medioevo. Quindi senza indugi andiamo a vedere insieme questo bellissimo itinerario tra i borghi medievali della provincia di Pistoia che ho scritto per te!

Il seguente itinerario è diviso in cinque giorni partendo da Pistoia. Il mio consiglio per te è quello di trovarti un alloggio nel capoluogo di provincia per le prime due notti e poi uno a Montecatini Terme fino a fine itinerario. Per spostarti dovrai usare esclusivamente un tuo mezzo perché molti dei borghi dell’itinerario sono sprovvisti di stazione e i bus passano sporadicamente.

I borghi medievali della provincia di Pistoia da visitare, itinerario completo

La torre dell'orologio di Montecatini Alto simbolo del medioevo e di tutti i borghi medievali della provincia di Pistoia. Si staglia nel cielo con il suo grande orologio centrale a sei ore.
La meravgliosa torre dell'orologio di Montecatini Alto, simbolo del medioevo

1° Giorno

Pistoia

Il tuo itinerario alla scoperta dei borghi medievali della provincia di Pistoia non può che cominciare dalla città più importante, nonché capoluogo di provincia, Pistoia. La bellezza di questo borgo è davvero di valore inestimabile, tanto che nel 2017 ha ottenuto il titolo di Capitale della Cultura italiana. Percorrere le vie del suo centro storico ti farà notare come ogni edificio sia ben riposizionato nel suo contesto e come tutto sia armonioso. Una città dal grande fascino che non ha niente da invidiare dalle altre sorelle toscane. Bellissima poi Piazza del Duomo con la Cattedrale, il Battistero e il campanile.

Cosa vedere: Cattedrale di San Zeno, Battistero di San Giovanni, Museo civico d’arte antica, Museo dello spedale del ceppo, Palazzo del podestà, Pistoia sotterranea, Chiesa di San Giovanni Fuorcivitas, Basilica della madonna dell’umiltà, Piazza San Andrea, Piazza della Sala.

La meravigliosa Piazza del Duomo di Pistoia con a sinistra il bellissimo Battistero e al centro uno dei palazzi medievali.
Piazza del Duomo di Pistoia con il bellissimo Battistero

2° Giorno

Serravalle Pistoiese

Dopo aver passato il primo giorno a scoprire le bellezze di Pistoia è venuto il momento di prendere il tuo mezzo. E’ venuto il momento di visitare uno e il primo dei borghi medievali della provincia di Pistoia, Serravalle Pistoiese. Il paese si trova su un altura a circa 182 metri di altezza e lo noterai subito da lontano per le sue gandi torri. Serravalle Pistoiese è un tipico borgo medievale che ti rapirà per la sua unicità. In ogni caso se vuoi saperne di più ti invito a leggere un articolo che ho scritto sul borgo con tutte le informazioni possibili. Lo trovi cliccando QUI.

Cosa vedere: Rocca Nuova, Torre del Barbarossa, Oratorio della Vergine Assunta, Pieve di Santo Stefano, Chiesa di San Michele.

Serravalle Pistoiese è uno dei borghi medievali più belli della provincia di pistoia che saprà rapirti subito. La sua peculiarità sono le alte torri medievali delle due rocche di cui una vedi nella foto, ovvero la Rocca di Castruccio.
La Rocca Nuova o Rocca di Castruccio
Marliana

Continua questo secondo giorno dell’itinerario alla scoperta della provincia di Pistoia con la visita di Marliana. Il borgo si trova alle pendici dei monti dell’Appennino Tosco-Emiliano ed è il tipico paese di contadini. Infatti non appena arriverai con il tuo mezzo noterai una moltitudine di oliveti e vitigni. Le antiche vie del paese sono perfette per godersi qualche momento di completo relax.

Cosa vedere: Museo della cultura contadina.

Serra Pistoiese

Da Marliana per arrivare a Serra Pistoiese dovrai prendere una bellissima (ma tortuosa) strada panoramica. Il paese si trova ad un altezza di 850 metri sl.m. ed è completamente immerso nel verde dei boschi dell’Appennino Tosco-Emiliano. Serra Pistoiese ha una particolarità singolare: fu costruito nel Medioevo arroccato su un crinale stretto, così tanto che ha solo una strada centrale. Da questo borgo medievale della provincia di Pistoia sicuramente non vorrai più andartene per vari motivi: l’aria fresca e pulita e soprattutto la vita tranquilla e rilassata.

3° Giorno

Montecatini Terme

Il terzo giorno o meglio la mattinata del terzo giorno la dedicherai al completo relax in una delle terme di Montecatini. Che dire, è un must per chi va alla scoperta della provincia di Pistoia! Ci sono diversi stabilimenti per cui ti lascio qui il link per scegliere quello che ti aggrada di più.

NB: Se vuoi stare una giornata intera alle terme puoi tranquillamente farlo! A questo punto ti consiglio di visitare il giorno successivo sia Montecatini Alto e i borghi del quarto giorno. Nel caso altrimenti puoi allungare l’itinerario di un giorno, soggiornando la quinta notte a Montecatini Terme e passando il sesto giorno nel completo realx delle terme (forse l’opzione migliore).

Uno scorcio sull'entrata delle stupende e super conosciute terme di Montecatini. L'entrata è monumentale con i tanti colonnati e si trova all'interno di un piccolo parco.
Montecatini Alto

Si trova a pochi minuti di distanza da Montecatini Terme ad un altezza di circa 290 metri. Per arrivarci avrai tre scelte: a piedi percorrendo il sentiero “La corta”; in auto o moto; con la storica funicolare. Il mio consiglio è di andarci assolutamente con quest’ultima perché è un esperienza davvero suggestiva. Ti lascio QUI il link per vedere le informazioni della funicolare. Montecatini Alto è un delizioso borgo medievale che si sviluppa su due colli situati ai lati opposti. All’interno del borgo potrai ammirare antiche botteghe artigianali, edifici storici come la Chiesa di San Pietro e i durderi dell’antico castello. Inoltre passeggiare per i vicoli di Montecatini Alto è qualcosa di unico perché ognuno è diverso dall’altro. Suggestiva la vista su tutta la Val di Nievole che potrai avere dalle sommità dei colli!

Cosa vedere: Chiesa di Santa Maria a Ripa, Parrocchia San Pietro Apostolo, Cappella di Piazza, Rocca di Montecatini Alto, Torre di Ugolino, Teatro dei Risorti, Torre dei Lemmi, Palazzo del Podestà.

Piazza Giusti di Montecatini Alto con al centro il bellissimo Teatro dei Risorti. A destra uno dei tanti locali della piazzetta, mentre a sinistra la statua del poeta Giuseppe Giusti con la bandiera italiana.
Piazza Giuseppe Giusti con il Teatro dei Risorti
Monsummano Alto

Concludi il terzo giorno alla scoperta dei borghi medievali della provincia di Pistoia con la visita di Monsummano Alto. Come Montecatini Alto anche questo borgo rappresenta l’antico centro abitato e quindi il centro storico. Il paese è visibile fin dalla strada principale perché si trova su un alto colle ed ha una bellissima torre. Purtroppo dell’antico borgo medievale fortificato sono rimaste soltanto una piccola chiesa, una torre, una porta e alcuni tratti della mura. La camminata è molto piacevole perché ti farà capire la storia di questo antico borgo e poi anche qui potrai godere di una bellissima vista sulla valle.

Monsummano Alto è uno dei borghi medievali più piccoli della provincia di Pistoia. Al suo interno rimangono ruderi delle vecchie fortificazioni e come nella foto una bellissima chiesa in mattoni.

4° Giorno

Buggiano Castello

Dal tuo alloggio a Montecatini Terme dirigiti verso il primo borgo del quarto giorno, Buggiano Castello. Se devo dirti la mia questo è il paese che ho preferito di più in tutta la provincia di Pistoia. Il motivo è uno: questo è un vero gioiello del Medioevo e all’interno di questo villaggio regna una pace che difficilmente troverai altrove. Buggiano Castello ti regalerà splendidi vicoletti con vista mozzafiato, edifici antichi come il Palazzo Pretorio ma anche giardini bellissimi. Poi che dire dell’antico castello? Purtroppo della struttura rimangono solo alcune rovine insieme alle mura ma vederle affascina davvero tanto. La loro vista insieme alla bellissima torre dell’orologio ti darà la sensazione di tornare indietro nel tempo. Mentre passeggi nel borgo ti imbatterai in vari giardini dove ci sono rigogliosi alberi di agrumi freschissimi; motivo per cui Buggiano Castello è soprannominato il Borgo degli Agrumi.

Cosa vedere: Palazzo Pretorio, Chiesa di San Nicolao, Chiesa di San Martino, Villa Sermolli.

Buggiano Castello è uno dei borghi medievali della provincia di pistoia e uno dei più belli e unici. Nella foto una strada in mezzo alle verdi colline che porta alla chiesa della madonna col suo campanile a torre.
Massa e Cozzile

Il territorio di Massa e Cozzile è situato tra l’alta collina e la pianura all’inizio dell’Appennino Tosco-Emiliano. Sono due piccoli borghi ben distinti ma entrambi molto antichi. A Massa potrai visitare la piccola Chiesa romanica di Santa Maria Assunta al cui interno trovi il Museo di San Michele. Cozzile invece è leggermente più in alto e ha come perno il bellissimo Palazzo De Gubernatis. Per fotografarlo al meglio possibile ti consiglio di fermarti lungo la strada che collega i due borghi. Cozzile ha pochissimi vicoli ma tutti molto pittoreschi e pensa che dalla sua sommità puoi vedere tutte le provincie della Toscana. Insomma Cozzile è la terrazza della Toscana!

Tra i vari borghi medievali della provincia di pistoia c'è Massa e Cozzile. Sono due borghi distinti ma il più bello è Cozzile. Fulcro del borgo è il Palazzo de Gubernatis che si scaglia in mezzo alle verdi colline come da foto.
Il Palazzo de Gubernatis visto da lontano
Uzzano

L’ultima destinazione del giorno alla scoperta dei borghi medievali della provincia di Pistoia è Uzzano. Anche questo paese ha origini medievali ed è famosissimo per la produzione del prelibato vino “Bianco della Valdinievole”. Che dire di Uzzano? Sicuramente che ha un fascino irresistibile e che le sue testimonianze storiche sono ben visibili e conservate nel centro storico. Qui verrai rapito dagli edifici costruiti tutti secondo lo stile medievale e dai vari scorci che danno sulla valle o su strette e ripide stradine.

Cosa vedere: Palazzo del Capitano, Chiesa dei Santi Jacopo e Martino.

Uzzano saprà letteralmente rapirti con i suoi tanti scorci tra le varie casette medievali e terrazze con vista sulla Valdinievole. In foto uno scorcio sul Palazzo del Capitano con in cima la torre dell'orologio che fa capolino.
Uno scorcio sul Palazzo del Capitano e la Torre dell'orologio

5° Giorno

Pescia

Comincia la giornata con la visita di Pescia, un piccolo borgo al confine tra la provincia di Pistoia e quella di Lucca. Il paese si distingue dagli altri perché si trova in pianura ma ha come tutti un origine medievale. Pescia è oggi famosa per la sua floricoltura, la vendita di fiori e per la produzione di carta. Il borgo non ha tantissimo da offrire se non una visita al suo bellissimo Duomo e al Palazzo del Vicario. Molto carina anche la passeggiata sul lungofiume.

Cosa vedere: Palazzo del Vicario, Palazzo del Podestà, Duomo di Pescia, Chiesa dei Santi Stefano e Nicolao, Chiesa di San Francesco.

Pescia è un piccolo borgo medievale della provincia di pistoia e rispetto agli altri si trova in completa pianura. Nella foto il lungofiume di Pescia incorniciato da verdi colline.
Il lungofiume di Pescia
Collodi

Prima di tornare a casa devi assolutamente fermarti al borgo più rappresentativo e conosciuto della provincia di Pistoia, Collodi. La notorietà del paese è dettata dal fatto che qui visse e lavorò Carlo Lorenzini, celebre scrittore e autore del romanzo “Le avventure di Pinocchio”. La novella è così tanto legata al borgo che è stato realizzato un percorso a tappe contenuto nel Parco Monumentale. Altra attrazione che vale la pena visitare a Collodi è Villa Garzoni o meglio il suo giardino. Se vuoi saperne di più di questa storica residenza allora ti invito a leggere l’articolo che ho scritto cliccando QUI. Per altre curisità legate a Carlo Lorenzini passa a leggere l’articolo che ho scritto su Colle Val d’Elsa!

Collodi è un borgo della provincia di Pistoia che si trova al confine con quella di Lucca. La sua peculiarità è la villa Garzoni che si erge nel mezzo dei verdi colli e che ti meraviglierà col suo enorme giardino.
La vista della villa e del borgo di Collodi

CONDIVIDI IL MIO ARTICOLO SU:

Condividi su facebook
Facebook
Gabriele Orbetti
italiaignota@gmail.com
No Comments

Post A Comment