La Rocca di Staggia Senese

l'imponente rocca di staggia senese con al centro che spicca il mastio quadrato merlato e ai lati i due torrioni difensivi

La Rocca di Staggia Senese

La Toscana è una terra molto ricca di storia raccontata nei vari tesori naturali e architettonici. Città d’arte come Siena, Pisa, Arezzo o Prato; centri storici bellissimi come quello di Sansepolcro (QUI l’articolo); sono gemme uniche che tutto il mondo ci invidia. Di un periodo particolare però sono rimaste testimonianze, molte, il medioevo. Castelli, Rocche, Fortezze, Torri, Borghi murati sono attrazioni speciali e che sinceramente amo alla follia vedere e visitare (e come negarmelo!). Oggi ho deciso di portarti con me alla scoperta di una Rocca molto ignota ma testimonianza di tanti avvenimenti storici. Oggi andiamo insieme a Staggia in provincia di Siena, alla scoperta della Rocca di Staggia Senese.

Prima di partire con il nostro viaggio ci tengo ad aggiungere che all’interno della Rocca grazie a “La Fondazione la Rocca di Staggia” è possibile vivere anche un percorso contemporaneo. Oltre la storia quindi, animeranno le mura cultura, arte, poesia e scienza ospitando esperienze di eccellenza. Esempio può essere l’Itinerario di luce che grazie ad installazioni luminose particolari fa diventare la torre una sorta di foresta di lucciole e crea una suggestiva pioggia luminosa (vedi la foto sotto).

La Rocca di Staggia Senese è aperta 365 giorni all’anno dalle 10:30 alle ore 19:30 eccetto il lunedì e il venerdì che è aperta solo il pomeriggio. L’accesso è possibile esclusivamente con visita guidata ed è vivamente consigliata la prenotazione chiamando il numero di telefono o scrivendo al loro indirizzo email. In ogni caso ti lascio QUI il link del sito dove troverai il form per prenotare o le informazioni di contatto.

NON HAI LETTO ANCORA L’ARTICOLO SU COSA FARE A SIENA IN UN GIORNO ??

una cascata di luci azzurre appese al soffitto della torre centrale della rocca di staggia che illuminano tutta la zona di celeste e creano un ambiente molto suggestivo
Le bellissime luci moderne interne alla torre della Rocca

La storia della Rocca

Le prime notizie sul borgo di Staggia risalgono al 994 con il popolo dei Longobardi. Successivamente il castello divenne possedimento dei Soarzi che si intromisero nelle lotte tra Firenze e Siena. Alla fine del XII secolo i Franzesi acquistarono il castello ristrutturandolo e ingrandendolo. Nel 1361 la Famiglia subì un fallimento e allora la Roccaforte venne comprata dalla Repubblica di Firenze diventando così un’importante avamposto contro Siena. Con le varie guerre di confine si resero necessari ulteriori lavori di rafforzamento delle mura di protezione del borgo e del castello. Nel 1431 con la consulenza di Filippo Brunelleschi le mura furono unite dal villaggio alla Rocca facendola diventare un cassero. Da quel momento in poi sono rimaste intatte ad eccezion fatta per due brevi interruzioni. Nella primavera del 2006 è terminato il restauro e il consolidamento della Rocca iniziato nel 1977. Dall’inaugurazione del 2007 la Rocca di Staggia Senese è totalmente agibile in ogni sua parte.

un camminamento merlato che conduce al grande ed imponente mastio quadrato della Rocca di Staggia. A metà della struttura due finestrelle mentre sulla cima l'imponente merlatura difensiva.
il grande mastio quadrato al centro della Rocca di Staggia

La descrizione della Rocca di Staggia

La Rocca di Staggia ha una pianta irregolare a forma di quadrilatero e sorge su di un’altura. La struttura non è orientata ed è divisa in due recinti tramite una cortina con al centro il grande mastio quadrato. Sul recinto più grande si trovano i due poderosi torrioni bastionati cilindrici, il palazzo feudale dei Franzesi e un camminamento. Sul recinto minore vi si trovano torri quadrate simili a quelle delle mura cittadine e la grande porta principale d’ingresso, nonché unica della fortificazione. Particolare e singolare in Toscana è il fatto che per arrivare all’entrata va percorsa una rampa che scavalca perpendicolarmente la Porta di Nord-est. Vengono così creati due livelli stradali che dividevano il traffico per il castello e quello per il villaggio.

la rampa che porta dalla strada all'unico cancello d'ingresso della Rocca di Staggia

Come arrivare alla Rocca di Staggia

Informazioni stradali

Provenendo da nord

Prendi l’Autostrada A1 in direzione Napoli ed esci al casello Firenze Impruneta. Da qui prendi il Raccordo autostradale Siena-Firenze in direzione Siena-Grosseto ed esci a Colle di Val d’Elsa Sud verso la SP70. Al bivio mantieniti sulla sinistra e segui le indicazioni per Staggia. Arrivato al borgo svolta a sinistra in Via Romana/SR2 e dopo circa 200 metri svolta leggermente a destra di fianco alla banca.

Provenendo da sud

Prendi l’Autostrada A1 in direzione Milano ed esci al casello Valdichiana. A quel punto imbocca prima il Raccordo Bettole-Siena e poi il Raccordo Siena-Firenze in direzione Firenze. Prendi l’uscita Colle di Val d’Elsa Sud attraverso la SP70 e al bivio mantieni la destra e segui le indicazioni per Staggia. Arrivato al borgo svolta a sinistra in Via Romana/SR2 e dopo circa 200 metri svolta a destra di fianco alla banca.

Indicazioni con i mezzi pubblici

La stazione dei treni più vicina è quella di Poggibonsi a cui potrai arrivarci con un treno regionale da Firenze o da Siena. Da Poggibonsi prendi dall’esterno della stazione il bus numero 130 oppure il bus numero 305. La fermata dell’autobus è a pochi metri di distanza dalla Rocca di Staggia Senese.

un piccolo camminamento antico che con le sue linghiere in ferro accompagna il visitatore verso l'entrata della torre circolare della rocca di staggia. Sullo sfondo il verde delle campagne senesi
il camminamento percorribile che porta ad una delle torre circolari della Rocca di Staggia

Cosa visitare nelle vicinanze

Se vuoi implementare qualcos’altro alla visita della Rocca di Staggia allora eccoti qui sotto una serie di consigli:

1) Casole d’Elsa (18 km in auto, circa 25 minuti)
2) Poggibonsi (12 km in auto, circa 15 minuti)
3) Colle Val d’Elsa (7 km in auto, circa 10 minuti). Se vuoi ho scritto un articolo su cosa visitare in questo bellissimo borgo. Lo puoi leggere cliccando QUI.
4) Parco Fluviale dell’Elsa (5 km in auto, circa 6 minuti). Se fa caldo qui potrai davvero immergerti in acque limpide e rinfrescarti nel mezzo della natura. Puoi saperne di più cliccando QUI.
5) Siena (27 km in auto, circa 25 minuti)

la vista opposta alla rocca con le mura in pietra che contornano tutto il borgo di Staggia nel mezzo tra il verde della natura e le abitazioni comuni.
una vista sulle mura esterne della rocca che circondano tutto il borgo di Staggia

CONDIVIDI IL MIO ARTICOLO SU:

Facebook
Gabriele Orbetti
italiaignota@gmail.com
No Comments

Post A Comment